lunedì 20 agosto 2012

Semplicemente super

In certe privilegiate ossigenanti occasioni le supermamme hanno la possibilità di incontrarsi con altre simili. Tanto a volte hanno la sensazione di trovarsi in mondi diversi e si sentono loro stesse fuori dal mondo, quanto altre volte - più rare, per la verità - si sentono in sintonia con supermamme molto diverse eppure accomunate da qualcosa di speciale: la voglia di trovare un senso, di esserci, di fare tutto il possibile.
Così sarà arricchente sentire storie, condividere pensieri, sentirsi incoraggiate e a volte incoraggiare con un tocco sulla spalla, guardare negli occhi e sentirsi ascoltate, camminare in montagna e dirsi pezzi di vita...
ciascuna supermamma nella sua sfumatura: chi ricaccia le lacrime parlando di sè da bambina, chi sorride con graziose rughette che addolciscono lo sguardo, chi rinnova il racconto di una nascita difficile e non è ancora abituata all'emozione, chi si mostra forte per celare le paure,chi ha un sorriso così aperto e accogliente che pensi alla fortuna dei suoi figli, chi ha perso il marito e ha dovuto ingrossare spalle e voce, quando serve,  mantenendo grazia e coraggio, chi è mite e dolce con la saggezza delle persone semplici...
E la cosa bella è che dietro ognuna di loro c'è un uomo, che le sostiene, le abbraccia, le rinforza, le capisce, o tenta di farlo, le incoraggia e le fa ridere. E non è scontato, e neppure semplice.
Ma a volte è così. E la sensazione è che quelle mamme siano semplicemente super.