mercoledì 17 ottobre 2012

Teenager

Se chiedete ad una supermamma che cosa sia successo negli ultimi tredici anni sicuramente non si ricorderà di moltissime cose.
Delle fatiche quotidiane e dei piccoli dispiaceri, che per fortuna dopo un po' vengono messi nel dimenticatoio. Delle arrabbiature e delle importantissime ragioni che hanno difeso e di cui non ricordano granchè. Di tutto quello che hanno preparato, dei pranzi e le cene, le feste e le sorprese, le girate per la città in cerca di parcheggio, avanti e indietro per portare e prelevare figli propri e altrui. Non si ricorderanno neppure di quante volte abbiano asciugato culetti o nasi, spalmato creme o pomate, rivestito tortiere di carta da forno o sciacquato insalata e spinaci terrosi; nè del vomito o della pipì notturni che le hanno costrette ad alzate traumatizzanti e lavaggi inaspettati, ma chissà quando poi...
Di certo però non si dimenticheranno delle notti con i pianti lunghi e inspiegabili ad avvolgere corpicini in calde coperte alla moda indiana, ultimo tentativo disperato di calmare quelle ugole bavose. E neanche delle attese fuori della sala operatoria a vivere quel tempo sospeso ed eterno. E neppure della prima esibizione sulla spalliera di quel ragnetto veloce e rapido che sembrava persino sicuro di sè. E neanche dei primi giorni di scuola con la naturale voglia di andare avanti e il desiderio di fermare il tempo. E i dentini caduti con quel buco immenso e ridicolo ad ogni sorriso. E la prima volta a casa senza di loro, sentendosi così perse e mutilate senza le loro creature accanto.
E se chiedete ad una supermamma cosa sia successo negli ultimi tredici anni capiterà di sentire che un grillo dagli occhi spalancati e curiosi sul mondo sia diventato una teenager.

venerdì 5 ottobre 2012

Cos'è

Non capiscono cosa sia quel nervoso sottile che certe giornate le prende.
Provano a sentirsi almeno normali, ma striscia e serpeggia quella sensazione strana non decifrata che non le fa sentire a posto e le fa proprio innervosire.
Allora provano a decodificare la causa ma non ne sono sicure.
E' forse perchè continuano a giudicarsi.
O perchè un loro figlio è appena stato operato.
O il figlio di una loro amica è appena stato operato.
O perchè non riescono a rilassare i muscoli.
Forse hanno sentito una notizia che non volevano sentire.
O hanno troppe cose da fare.
Non riescono a fregarsene come dovrebbero.
O idealizzano il passato e non colgono il bello del presente e un po' temono il futuro.
Che sia perchè fanno tanta fatica giorno dopo giorno.
O perchè pensano che le altre ce la facciano meglio.
Sentono che non sempre la loro vita è fatta di cose che vogliono.
Continuano a giudicarsi anche se provano a decodificare quelle sensazioni.
Si arrabbiano facilmente e anche quella rabbia viene giudicata.
O magari non riescono a prendersi momenti per sè e divertirsi davvero.
Vorrebbero proprio divertirsi davvero, ma non sanno come.
O è perchè si chiedono perchè la loro energia si disperda così senza farle crescere.
A volte potrebbe essere che dal mondo si sente di tutto.
O perchè nonostante i propositi di ogni tipo non riescono a cambiare.
O magari fanno troppi propositi.
Forse è perchè quella sensazione strisciante le pervade, e non sanno bene cos'è.